Come appendere un quadro

Quando si posiziona un quadro bisogna riflettere bene su dove e come metterlo. Il modo in cui viene posizionato può infatti trasformare un’intera parete.

Chiunque abbia mai provato ad appendere dei quadri sulle pareti della propria casa, immediatamente ammetterà che non è un’impresa semplice. L’errore più comune è cercare di appenderli direttamente senza un progetto ben preciso. Sbagliato!

L’unico modo per decidere la migliore disposizione possibile per più di un quadro è di disporli sul pavimento di casa e tramite continui spostamenti e riposizionamenti raggiungere la configurazione che ci soddisfa di più. Una volta che avremo fatto ciò, bisognerà prendere le misure e solo allora saremo in grado di fissare il primo chiodo al muro.

In ogni caso, la tecnica si impara facilmente, ma c’è un’altro elemento che è necessario considerare prima di iniziare: lo stile della composizione. Volete ottenere un effetto irregolare, simmetrico o siete amanti di uno stile lineare? Quale disposizione si abbina meglio all’arredo di casa? Quante decisioni!

Disposizione irregolare

Questa disposizione è la migliore se avete molti quadri in diversi formati da appendere tutti su una grande parete. È molto elegante e alla moda ma, sebbene può sembrare casuale, ci vuole molto tempo e prove prima di trovare il modo migliore di combinare tutte le diverse forme (e materiali) al fine di ottenere un risultato esteticamente gradevole. Detto questo, se si desidera avere una disposizione irregolare sulla parete, preparatevi a spendere un po’ di tempo sul pavimento. L’unica cosa da tenere a mente è l’equilibrio. Provate a mescolare tutte le forme tenendo presente il volume di ogni elemento e i diversi materiali delle cornici. Se c’è un quadro sul quale si desidera richiamare l’attenzione in particolare cercare di metterlo in mezzo. Se invece c’è ne è più di uno provate a metterli tutti in mezzo o su i 4 angoli opposti.

Disposizione simmetrica

Questa è l’ideale se avete quadri della stessa dimensione. L’unica cosa che dovrete fare è misurarli attentamente e poi appenderli alla parete. Qualche tempo sul pavimento sarà tuttavia necessario perché dovrete vederli uno accanto all’altro per decidere il posto di ciascuno. Ma cosa succede se i quadri non sono tutti della stessa dimensione? In questo caso dovrete trovare un modo per creare una linea ideale sul perimetro della disposizione. Ciò potrebbe non essere facile e potrebbe essere necessario sacrificare un elemento per arrivare ad ottenere una disposizione ottimale. Utilizzate gli elementi più grandi al centro, o se sono due in maniera speculare, ricordandosi sempre che i più piccoli sarebbe meglio disporli ai margini della composizione.

Disposizione lineare

Questo è lo stile per appendere i quadri più semplice di tutti. In alcuni casi potrebbe non essere necessario prendere molte misure. Basta assicurarsi di appendere tutti i fotogrammi alla stessa altezza allineati in alto o in basso. Disposizioni lineari funzionano meglio per elementi della stessa dimensione, ma possono anche rivelarsi molto eleganti con elementi di diverse dimensioni e forme.

E ora tocca alla scelta e ai quadri, così che, anche solo nell’appenderli, diventiamo un pò artisti anche noi!

 

 

Lascia un Commento

CUCINE ECOSOSTENIBILI

Le cucine ecosostenibili sono la scelta migliore se si desidera un appartamento bello ed a basso impatto ambientale. Perché quindi non scegliere bio?

Recensione Mobili per Esterni

L’estate è finalmente arrivata!Il nostro team di designer ha cercato per voi gli arredi per esterni più di tendenza.

Una sedia per arredare

Non si tratta di una sedia qualsiasi. Una sedia “diversa”, particolare, anche se non si adegua allo stile degli altri arredi, può rappresentare ciò di cui uno spazio ha bisogno per acquisire carattere e diventare unico.